Il tango argentino , diuso dalla fine dell’800 soprattutto nei bassifondi e nelle case di tolleranza, si ricollega all’utilizzo di uno strumento antico progettato dal tedesco Band, da cui il nome di “bandeon”, molto simile alla fisarmonica e con la caratteristica di riprodurre le note, introducendo l’aria in una sorta di mantice.

Questo ballo, passionale ed elegante, non si compone una sequenza di passi predefinite, ma vive sulla fantasia personale dei ballerini.

Nel 2009, il tango argentino è stato riconosciuto dall’ UNESCO patrimonio culturale dell’umanità.

La Kizomba nasce dal Semba, un ballo popolare che si sviluppa intorno al 1500, nella zona dell‘attuale Angola.

Arrivando alle isole di Capo Verde, il Semba incontra i ritmi tradizionali del paese: nasce lo Zouk love. Piano piano, grazie alle contaminazioni dei vari paesi europei, si arriva alla Kizomba, che significa “festa”: un ballo di coppia il cui ritmo, rispetto al semba, è stato addolcito nei movimenti.

La Kizomba è il ballo che sta spopolando in Italia negli ultimi anni, ed imparandola si conosce una cultura nuova ed una musicalità diversa dal solito.

La danza orientale è un’arte praticata principalmente da donne, anche se in molti paesi tipo Egitto e Turchia è danzata in forme simili a quelle femminili anche da uomini.
Alcune ipotesi sostengono che l’origine di questi movimenti riprenda gli antichi riti di fertilità. Il suo nome originale è Raqs al Sharqi.

La danza del ventre è adatta ad ogni età ed ammette tutti i tipi di conformazione fisica. Ciò che colpisce è la sinuosità dei movimenti che caratterizzano questa danza.

La pratica di queste danze presenta numerosi benefici per il corpo e per la mente.

Le danze rituali africane arrivano a Cuba con gli schiavi, deportati sull‘isola dal XVI sec. d.C.

Per lo più di origine religiosa, si utilizzano particolari tamburi (detti “batà“) che apportano il ritmo, mentre i canti sono basati sull’alternanza tra un cantante solista e un coro.

L‘influenza della popolazione di origine Europea e la lontananza dalla terra di provenienza, porterà col tempo alla formazione di un qualcosa di completamente nuovo: le Danze Afrocubane, sia in ambito religioso (Yoruba, Congo, Abakua), sia in ambito popolare, diventando la sorgente di tutti i tipi di ballo presenti a Cuba.

Il flamenco è una forma di musica e di danza di origine andalusa. Canto, musica e ballo si fondono perfettamente, per sfogare gioie e dolori in un linguaggio intimo e privato.

Obiettivo del corso è lo studio e la conoscenza del ballo Flamenco classico spagnolo, unendo la tecnica Castañuelas (nacchere) e lo studio del Compàs (una sequenza ritmica che caratterizza i diversi tipi di palos; il palo è il nome tradizionalmente dato alle differenti forme musicali che costituiscono la sua eredità musicale).

WhatsApp Invia un messaggio